Link Salute

Qual'è il tuo peso ideale?

Contorno occhi: Il top!

Brufoli: Eliminiamoli!

Denti bianchi da ora!

Cure per amenorrea

Rimedi caduta capelli

Colite: Rimedi naturali

Gastrite: Rimedi naturali

Uveite: cosa è?

Demenza senile

Mal di gola: I rimedi!

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo

Rimedi periartrite

Rimedi stitichezza

Unghie incarnite

 

unghia-incarnita

Quando un'unghia ha la tendenza a crescere sotto la pelle delle dita, sia nei piedi (caso più frequente) che nelle dita, diventa incarnita provocando il classico effetto di una pelle infiammata che da rossa può diventare nera, sino ad un'infezione.

 

 

Il livello di guardia e le cause

Esistono vari gradi di infiammazione. Quella più lieve comporta un gonfiore della pelle con moderato dolore nella zona della punta del dito o ancora un accumulo di liquido nella zona vicina alla punta del dito. Via via che l'unghia incarnita si aggrava si può arrivare sino ad un dolore intenso, con un'infiammazione che può provocare un'infezione intensa. Diverse le cause che possono provocare questo problema fisico: in primis la sudorazione eccessiva, soprattutto nella zona dei piedi, oppure una scarsa igiene che render più vulnerabile la pelle. E ancora, un modo sbagliato di tagliare le unghie, specialmente negli angoli, può indurre la pelle a crescere a cavallo dell'unghia. Ma anche l'utilizzo di scarpe, oppure di collant o calze troppo strette può causare pressioni eccessive sulle unghie causando ferite che si possono infiammare.

 

 

Le migliori cure

In casi particolarmente gravi si deve consultare necessariamente il podologo, anche se non necessariamente è necessario un intervento chirurgico per l'asportazione. Ma al di là della prevenzione di cui abbiamo parlato sopra esistono anche accorgimenti naturali per prevenire problemi. Qualora la pelle spinga troppo sull'unghia bisogna cercare cercando di spingerla delicatamente lontano dall'unghia utilizzando un cotton fioc (magari con dell'olio d'oliva per farlo scorrere meglio) e successivamente applicare un po' di crema emolliente. Inoltre può risultare utile fare almeno ogni due giorni un pediluvio non bollente aggiungendo nell'acqua un po' di sale grosso oppure del bicarbonato all'acqua. Inoltre sempre tenere asciutto  il piede o la mano con l'unghia incarnita e qualora sia necessario cambiare anche più volte al giorno il cerotto o la fasciatura.

Per ridurre l'infiammazione, sulla parte interessata si può passare della tintura di iodio, mentre un rimedio che arriva dalla tradizione è quello di realizzare un preparato con alcune foglie di malva bollite in acqua e triturate, insieme a 4 gocce d'olio d'oliva. L'impacco ottenuto andrà messo  sull'unghia incarnita, avvolgendo la parte interessata con la pellicola trasparente da cucina, tenendolo per almeno una mezz'ora.